venerdì 10 aprile 2015

pastiera "di pasta"




La pastiera è uno dei dolci napoletani più diffusi ed apprezzati. Quando si parla di "pastiera" ci si riferisce quasi esclusivamente a quella di "grano" che prevede un ripieno a base di ricotta, uova, grano bollito, ed il caratteristico aroma di millefiori. 

Molti ignorano l'esistenza di quest'altro tipo di pastiera, in cui ricotta e grano vengono sostituiti dagli spaghetti, o per meglio dire dai capellini, tipo di spaghetti molto più sottili. Potremmo quindi definirla la cugina meno famosa della celeberrima pastiera di grano.

Il mio rapporto con questo dolce è strano: da piccolo lo detestavo, poi con la "maturità" ho imparato a conoscerlo ed apprezzarlo, perché esprime un concetto di semplicità unito a frugalità e creatività.

Nella mia famiglia manca una storia di questo dolce. I miei pure non lo apprezzavano molto, quindi sono andato un po' alla ricerca di alcune ricette tradizionali, in uso nelle famiglie di Torre del Greco. Qui di seguito ve ne propongo alcune, tutte di esito garantito.




RICETTA 1

Ingredienti:


  • 500 gr capellini  (cotti normalmente al dente in acqua salata, sciolti con 100 gr di burro e 200 ml di latte)
  • 12 uova
  • 700 gr di zucchero
  • un bicchierino di liquore strega
  • cannella
  • vaniglia 
  • 1/2 fiale di millefiori
  • 1 arancia spremuta
  • 150 gr di cedro (o arancia) candito

Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere gli aromi ed il resto degli ingredienti, amalgamare la pasta e far riposare 3/4 ore.

Imburrare generosamente una teglia da 26/28 cm versarvi il composto, spolverarlo con una manciata di zucchero semolato e cuocere a 180° a forno statico fino al raggiungimento di un bel colore nocciola dorato.


RICETTA 2



1/2 kg di pasta ,

8 uova, 

1/2 l di latte,

1/2 kg di zucchero, 

aromi,

a piacere cedro,

arancia a pezzi.


Nessun commento:

Posta un commento